interviste

Alta Roma: Connubio tra Italia e Messico per una donna elengante nella sfilata di Andrés Romo

Abbiamo conosciuto Andrés Romo in una delle nostre interviste dopo la sua passerella di Alta Roma 2020. Parola chiave del suo defilè? Eleganza. Lo stilista porta in passerella una donna romantica, colorata e nello stesso tempo fuori dagli schemi.

La collezione ha un forte richiamo al passato, un classico nostalgico rivisitato in chiave moderna: gonne ampie e vaporose dalla vita alta e tailleur pensati per donne sicure di sé. L’ispirazione è quella della moda anni ’50 per la scelta del taglio ma anche per la scelta di alcune fantasie floreali. Il passato che ritorna sotto forma di innovazione che ci regala una donna nuova. L’intera collezione in passerella per l’edizione 2020 di Alta Roma è stata realizzata seguendo una linea ecosostenibile: i tessuti principali sono stati jersey , cotone, mikado, georgette e taffetà.

Lo stilista, di orgini messicane, ma da 15 anni in Italia, ci parla di “Tambora” la sua collezione, e della sua donna in passerella, con entusiamo e voglia di raccontare qualcosa che ormai si è perso nella società. I 10 abiti in passerella, accolti con entusiamo sia dalla stampa che dal pubblico, hanno mostrato una nuova immagine del bello con uno sguardo al passato, con un occhio romantico e nello stesso tempo bizzarro. L’aspetto curioso ed eccentrico dei capi si sposano con le radici dello stilista: il nome stesso della collezione è stato scelto per richiamare le tradizioni messicane, il dualismo che si manifesta nei capi di Andrés ci prospetta una nuova storia tutta da raccontare e da scoprire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *