Moda , arte e bellezza. Con Art Fabrique, di Stefania Sammarro, la Calabria sfila a MFW/ Mad Mood

Moda , arte e bellezza. Con Art Fabrique, di Stefania Sammarro, la Calabria sfila a MFW/ Mad Mood

Il Fashion Talent Mad Mood ha chiuso la sua tre giorni durante la Milano Fashion Week

Si è conclusa la quarta edizione di Mad Mood Milano Fashion Week, uno degli eventi più suggestivi della Fashion Week Milanese, che quest’anno ha visto in passerella anche il meglio della Calabria. Mad Mood un progetto nato dall’idea di Marianna Miceli, è stato ospitato nei giorni 22-23-24 settembre 2019 all’interno di Palazzo Turati, edificio di puro gusto neorinascimentale il cui cortile è stato il palcoscenico di oltre 44 sfilate di designer nazionali e internazionali. La suggestiva ed evocativa location ha fatto risaltare le collezioni spring-summer 2019 e ha catapultato il pubblico in un mondo surreale. Tanti nuovi talenti sulla passerella di Mad Mood e tanti talent scout in giro per il mondo arrivati a Milano: “Siamo tornati con tante novità in questo nuovo appuntamento che fa spazio a nuovi talenti, alla sua quarta edizione con un’ambasciatrice d’eccezione l’attrice Patrizia Pellegrino”- dice Marianna Miceli. In passerella brand internazionali: Cina, Serbia, Kazakistan, Romania, Ucraina, Serbia, Germania, Polonia, Francia e India. Ogni anno Mad Mood esporta designer italiani alle fashion week straniere offrendo loro una passerella internazionale sotto i riflettori dei media e degli addetti al settore della moda. Le sfilate sono state suddivise in tre giorni all’interno dei quali le collezioni si sono susseguite senza pause in modo tale da riuscire a paragonare le une con le altre notando le differenze stilistiche dei vari brand.

Sabato 22 Settembre  dopo il successo e la stravaganza di Agatha Ruiz de la Prada, ha sfilato la collettiva di designer Calabresi di Artfabrique, #anotherfashion,  curata dall’art director del progetto calabrese Stefania Sammarro. Durante la sfilata sono stati distribuiti i cataloghi di Art Fabrique e la scatoline di Liquirizia Amarelli, partner di Ania Lilith Gallery,  create appositamente per l’evento. Tra i protagonisti della sfilata Flavia Amato, con il suo brand “Malia”, ha presentato la sua collezione “L’estate Chic”, Vincenza Salvino ha presentato la sua collezione dedicata all’artigianato “Tradizione del futuro”, i gioielli d’arte dell’artista Valeria Cataudella con la collezione “Zona Stelle”, l’estrosità degli abiti di Federica De Stefano, presente già all’International Fashion Week di Reggio Calabria, con la collezione “From fear to serenity” e Rita Intellicato con la sua collezione “Shine”. La collettiva ha visto premiata, da Patrizia Pellegrino, la stilista Vincenza Salvino, come Best Fashion Designer Calabrese, di Art Fabrique, a Mad Mood. “E’ stato un successo e un tripudio di emozioni. Essere presente a Mad Mood non solo come fotografa ma con il team calabrese di Art Fabrique è stato qualcosa di importante e nuovo, soprattutto per i giovanissimi talenti che ci seguono” – ci dice Stefania Sammarro. “Abbiamo avuto l’onore di essere presenti in uno degli eventi più noti del fashion system milanese, grazie al sudore della fronte e alla forza dei nostri cuori. Art Fabrique si è rivelato veramente un ponte tra la Calabria e l’elite nazionale, grazie al lavoro svolto in questi anni puntando soprattutto su una comunicazione nuova della fotografia”. A Mad Mood  ha stupito e incantato, anche,  il giovane Designer Dimitar Dradi, ospite già del primo evento di Art Fabrique in Calabria. Oltraggiosa, impertinente e che schiaffeggia la banalità, la collezione di Dimitar Dradi torna a provocare le menti più assopite della moda in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *